Crema pasticcera

 

 

Una delle preparazioni base che vi salvano la vita nel caso dobbiate tirare in piedi un dolce all’ultimo minuto è proprio questa, la crema più classica della pasticceria.
Sembra facile, ma vi assicuro che farla bene non è proprio così immediato: in particolar modo bisogna evitare di bruciare il fondo e, credetemi, non è una cosa poi così scontata!
Il metodo che utilizzo di più è questo, praticamente tutto sul fuoco.

Ecco gli ingredienti. Con la dose che vi indico otterrete più o meno mezzo chilo di crema, che va bene per farcire due crostate da 26 cm oppure un bel pan di spagna per 12/14 persone.

6 tuorli
45 g di maizena
140 g di zucchero
500 ml di latte
aromi (scorza di limone, cannella, vaniglia, cardamomo, anice stellato, ecc., meglio se a pezzi grossi, in modo che possiate toglierli più comodamente)

In una pentola mettere sul fuoco il latte e gli aromi, e portare a bollore.
Nel frattempo montare in planetaria i tuorli con lo zucchero, a velocità medio alta per qualche minuto: è necessario che lo zucchero si sciolga bene.
Aggiungere la maizena e far girare ancora 1 minuto.
Una volta che il latte è a bollore, togliere gli aromi e, lontano dal fuoco, unire le uova montate, quindi rimettere la pentola sul fuoco e mescolare bene con una frusta, continuamente, per evitare la formazione di grumi.
Appena si addensa togliere dal fuoco, travasare in un recipiente basso e largo, e far raffreddare, mescolando di tanto in tanto per non far formare la pellicola superficiale.

Pronta!

TIPS:
* La maizena è un amido, che quindi gelifica piuttosto solidamente, e darà alla vostra crema una consistenza compatta che, a mio parere, si adatta bene alla composizione di dolci strutturati (torte di pan di spagna che devono mantenere la forma per essere poi glassate, per esempio). Se preferite una crema più fluida (magari per fare una crema chantilly), basterà sostituire la stessa quantità di maizena con della semplice farina 00.

* Nella seconda fase, non tenete la crema sul fuoco per più di due minuti, e non smettete MAI di mescolare, altrimenti si attaccherà sul fondo.

* Se per caso vi accorgeste che il fondo della crema è bruciato, prima di trasferirla nella ciotola di raffreddamento, filtratela con un colino a maglie medio larghe, così non dovrete buttarla via in toto.

 

 

 

Annunci

One thought on “Crema pasticcera

  1. Pingback: Tartellette integrali con fragole | Patty loves baking

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...